Elisa Toscano

Il mio ruolo nel TdN – Amica, attrice e per quanto possibile… responsabile comunicazione, ma ogni tanto anche: trucco e parrucco e quello che serve.

Come ho conosciuto il TdN – In aula studio della facoltà… “stiamo cercando un’attrice..” e da allora (ero l’unica donna della compagnia) sono passati molti anni, tantissime emozioni, molti personaggi e tantissimi amici che fanno parte della mia vita come una famiglia.

Da quanto tempo ne faccio parte – Argh…una donna ha sempre difficoltà a fare il conto degli anni passati…oddio…dal 1999!!!

Mi ricordo di quella volta che… – Tantissimi i ricordi, tutti fissati nella memoria come le esperienze di vita più belle che abbia mai vissuto. Dall’attesa dietro le quinte dopo il black out che ci ha bloccato lo spettacolo che stava per andare in scena, alla prima volta sul palco con quei 4 scalmanati degli attori che facevano cose inenarrabili………, alla sostituzione di un’attrice  a due settimane dallo spettacolo, ai cambi di vestito effettuati a velocità mai viste e che qualunque trasformista vorrebbe raggiungere, ai visi di tutti gli attori della compagnia con i quali ho condiviso una commedia, i momenti in cui la battuta saltava, all’oggetto che magicamente non era in scena…e alle risate…quelle vere…che ti sorprendono proprio mentre sei scena e che non riesci a trattenere..a volte è una “dolce parola scritta sul foglio che dovrebbero essere un testamento” a volte è l’espressione del tuo amico attore… a volte è solo il divertimento di fare teatro con gli amici di sempre.
C’è un momento unico per me: quando dietro le quinte, al buio, prima di entrare in scena respiro l’emozione, sento crescere la concentrazione e in sottofondo si sente il brusio del pubblico che alimenta mille sentimenti ansia, energia, gioia e paura  finché non si accedono le luci e si inizia con la commedia!

Il più bel complimento che ho ricevuto – “Ma la ragazza con la parrucca arancione non recita più?” … ho fatto mille altre commedie e non mi hanno riconosciuto 😉
Al secondo posto mia madre: “ma sei bravissima… non pensavo che riuscissi a fare ridere e ad essere anche divertente” (so’ soddisfazioni!)

Lo spettacolo/il mio personaggio a cui sono più affezionato – “La strana coppia”… adorabile!!!
E poi gli indimenticabili: “Il mistero dell’assassino misterioso”, “Mai stata sul cammello?”, “Fiore di cactus, “Spirito allegro”, “Otto donne e un mistero” e “Attori e malfattori”. Nel cuore: “Passerotti e pipistrelli”!

Lo spettacolo preferito (a cui non ho partecipato) – Adoro “Premiata pasticceria Bellavista”  ed “… e fuori nevica!”

La mia battuta memorabile – <<Maaaaaa… lei chi è???>> da “I pupazzi di Enrichetta”.

Attore/attrice preferito Valeria Moriconi

Il ruolo mi piacerebbe interpretare. Lo spettacolo che vorrei fare – Se potessi e ne fossi capace mi piacerebbe divertirmi con “Nei panni di una bionda” (la versione teatrale) e i grandi classici per i quali non sarò mai pronta “Electra”, “La lupa”… e altre cose leggere di questo tipo 😉

Il film che avrei voluto interpretare – “She’s devil”, “Down With Love” e “Nei panni di una bionda”

Il Teatro delle Nevi per me è… – È un’occasione di crescita, un modo per destrutturare gli atteggiamenti e limare gli aspetti della mia personalità, per imparare a comunicare in modo più efficace, per mettermi in gioco e sotto i riflettori, non solo per vanità, ma anche per allenarsi alla paura del pubblico e della performance e alle critiche, soprattutto alle peggiori… le mie!
È un’opportunità che mi ha fatto vivere mille vite con mille personaggi diversi ognuno dei quali mi ha lasciato nel cuore un pezzetto di se.
Mi ha permesso di conoscere e incontrare persone meravigliose che hanno vissuto e partecipato alla mia vita così come io alla loro nei diversi aspetti e momenti della loro esistenza.

È una meravigliosa passione della quale non posso fare a meno.

 

Attrice in:

Attori e Malfattori di E. Mangano e R. Torrisi – Chiave per due J. Chapman e D. Freeman – Fiore di cactus di Barillet e Grédy – I pupazzi di Enrichetta di E. Mangano e R. Torrisi – Il mistero dell’assassino misterioso di Lillo&Greg – La parola scenica di AA.VV. – La strana coppia (al femminile) di N. Simon – La zia di Carlo di B. Thomas – L’arte di Giufà di N. Martoglio –  L’incidente di L. Lunari – Mai stata sul cammello? di A. Nicolaj – Miseria e nobiltà da Scarpetta – Niente sesso siamo inglesi di Marriot&Foot – Non tutti i ladri vengono per nuocere di D. Fo – Odissea Reloaded di E. Mangano e R. Torrisi – Oscar di C. Magnier – Otto donne e un mistero di R. Thomas – Passerotti o pipistrelli? di V. Salemme – Rumors di N. Simon – San Giovanni decollato di N. Martoglio – Spirito allegro di N. Coward – Uomo e galantuomo di E. De Filippo

 

Riconoscimenti:

Milo (CT), 2007 – Premio Angelo Musco. Premio Migliore Spettacolo Non tutti i ladri vengono per nuocere di Dario Fo

Sciacca (AG), 2010 – Premio Regionale Michele Abruzzo. Premio Migliore Spettacolo Siciliano 2010 Il mistero dell’assassino misterioso di Lillo&Greg

Alcamo (TP), 2011 – Premio Cielo D’Alcamo. Premio Miglior Spettacolo Il mistero dell’assassino misterioso di Lillo&Greg

Facebook Elisa su Facebook

 

 


Leave a Reply