Debutta “Spaghetti alla chitarra”

La trattoria “Spaghetti alla chitarra”, la più rinomata della provincia, deve il suo nome e la sua fama al fatto di trovarsi proprio davanti il mitico “Scolapasta“, la prima scultura di un povero scalpellino del luogo, emigrato in America a cercar fortuna e diventato presto il celebre scultore-cantante Vinny Caruso. La giunta comunale decide di spostare l’opera del suo cittadino più illustre nella piazza centrale e da quel momento il locale entra in una crisi senza fine.

Questo il punto di partenza della vicenda.

Al proprietario, pressato dai creditori e dall’aggressività della moglie che spinge per la chiusura della trattoria, restano due possibilità: convincere il sindaco, suo vecchio amico, a riportare lo “Scolapasta” dov’era prima oppure traslocare l’attività nella piazza centrale, accanto la scultura. Ma nessuna delle due strade è percorribile: il sindaco, distratto dal suo nuovo assessore, non ha intenzione di muovere la statua perché merita la giusta visibilità mentre i nuovi locali della piazza hanno un costo proibitivo.

Come evitare il fallimento?

Una terza possibilità viene inaspettatamente suggerita dai dipendenti: un team, ormai allo sbando, formato dallo scorbutico chef Mario (con un curriculum prestigiosissimo), dalla caposala Camilla (veterana, con qualche problema sentimentale), dalla giovane Antonietta (che millanta improbabili competenza artistiche), dallo stravagante Liborio (cameriere per necessità, artista nell’animo), dal neofita Vito (catapultato in questa realtà a causa della crisi) e dal sommelier Italo* (extracomunitario, esperto di lingua italiana).

L’azione si svolge nella cucina della trattoria, ventre pulsante di buffi litigi e portate succulente, realtà complicate e sogni ad occhi aperti, crisi attuale e note musicali d’altri tempi.

* A dieci anni dalla prima volta, Maurizio Panasiti torna a interpretare Italo, uno dei personaggi più originali della fortunata commedia “Attori e malfattori” (di Ernesto Mangano e Rodolfo Torrisi), rappresentata dal Teatro delle Nevi dal 2005 al 2009 e successivamente da altre compagnie nazionali (è attualmente in scena in Veneto). Con questo spettacolo, il Teatro delle Nevi e Maurizio Panasiti hanno ricevuto premi, nominations e riconoscimenti vari.

Presso il Teatro Grotta Smeralda di Aci Castello

  • sabato 21 marzo ore 20.45 e domenica 22 marzo ore 18.45
  • sabato 28 marzo ore 20.45 e domenica 29 marzo ore 18.45

PREVENDITA

  • poltrona numerata € 12,50 circuito boxoffice  (€11+€1,50 diritti prevendita)
  • ridotto under 21 € 9,50 circuito boxoffice  (€8+€1,50 diritti prevendita)
  • poltrona numerata €15 botteghino (attivo solo i giorni degli spettacoli)
Per informazioni: info@teatrodellenevi.it – mobile 340 2190000
Spaghetti alla Chitarra

Spaghetti alla Chitarra