Attori e Malfattori

commedia in due atti di E. Mangano e R. Torrisi
musiche originali composte ed eseguite da Alfio Donsuso
debutto 6 maggio 2005 – ripreso nel 2009

Ascolta il tema dello spettacolo: Attori e Malfattori

Lo spettacolo che ha fatto divertire e commuovere, che è stato inserito, a grande richiesta, in due diverse stagioni artistiche nel giro di pochi anni, che è stato messo in scena anche da altre compagnie, che ha permesso al Teatro delle Nevi di ricevere i primi importanti riconoscimenti, di calcare il prestigioso palcoscenico del Teatro Musco (Teatro Stabile di Catania) e di essere improvvisamente proiettato sulla ribalta nazionale.

Impegno sociale, divertimento, finale amarissimo e ad effetto.
Il testo più maturo scritto da Ernesto e Rodolfo.

Rodolfo Torrisi (regia) e Maurizio Panasiti (attore caratterista) conquistano due prestigiose nomination nazionali.

Attori e Malfattori” è stato pubblicato dall’Assessorato Regionale ai Beni culturali ed Ambientali – Regione Sicilia – AA.VV. Testi teatrali degli autori della F.I.T.A. Sicilia, Catania, 2008

Perché tanti detenuti si iscrivono al teatro? Intanto, perché è sempre meglio che starsene buttati sulla branda, ammesso che ce ne sia lo spazio. In più si dispera di ottenere considerazione a una delle centinaia di istanze inevase di permesso, o di pene alternative, e si prova col teatro, attività in vista, un po’ imbarazzante. Ma poco dopo aver cominciato il corso e le prove, i detenuti si accorgono che gli piace. Moltissimo. Si sentono attori, dunque lo sono. Attori cui è capitato l’incidente di finire in galera.
Il teatro è sempre l’occasione di una seconda vita: solo che in galera la prima vita non c’è, quella non è vita. Sovversivo è il teatro: e rassicurante, perché la sovversione dura il tempo della recita.
Si chiama in scena la fiera, la si fa ruggire, poi la si rimanda in gabbia e si prendono gli applausi. Un’autorizzazione condizionale a occupare per un paio d’ore il nido del cuculo. Le autorità grandi e piccole che assistono si passano il dito nel colletto, come se facesse molto caldo, ma sanno che fra poco tutti torneranno docili a struccarsi nelle loro celle, blindate a quintupla mandata, in uno specchietto di plastica. Gli stessi detenuti, forse, non se ne ricorderanno più, mezz’ora dopo. Non si ricorderanno più di quelle possibili vite di ricambio, oltre alla propria di ladruncolo o piccolo spacciatore, o truffatore, o rapinatore”.
Adriano Sofri

La Direttrice di un carcere modello affida la realizzazione di un ambizioso progetto rieducativo ad una regista teatrale, “armata di buona volontà e spirito umanitario”. Ai provini vengono scelti cinque detenuti: Corrado e Nicola, tra cui non corre buon sangue, Italo, frizzante extracomunitario, il silenzioso Volume e l’assente Manlio. La regista è una che ci sa fare e i detenuti, inizialmente interessati esclusivamente allo sconto di pena previsto dal progetto, pian piano si appassionano alle prove. Nonostante le intemperanze dell’agente Apicella e le temute incursioni di Suor Alfia, accompagnata da Suor Cirina e Suor Filadelfa, arriva il gran giorno dello spettacolo. Ma l’epilogo è un fuori copione…
In scena Angela Barbagallo, Liliana Biglio, Erika Insabella, Ernesto Mangano, Marco Musumeci, Maurizio Panasiti, Giovanna Petralia, Irene Tornabè, Daniela Torrisi, Rodolfo Torrisi, Elisa Toscano Regia Rodolfo Torrisi
Il testo è stato rappresentato da altre compagnie, in Lombardia, Veneto, Toscana, Lazio. È stato scelto per il saggio finale della corso avanzato di recitazione 2012 del Teatro Aurelio di Roma. Ci piace ricordare inoltre le singolari repliche della compagnia “Burattini senza fili” presso il braccio minorile dell’Istituto Penitenziario Bicocca di Catania

 

Riconoscimenti:

Cagliari, 2005 – Premio Nazionale F.I.T.A. Nomination Miglior Regia a Rodolfo Torrisi

Cagliari, 2005 – Premio Nazionale F.I.T.A. Nomination Miglior Attore Caratterista ItalianoMaurizio Panasiti (“Italo”)

Catania, 2008 –  Festival del Teatro Regionale Fita Sicilia – Teatro Angelo Musco. Spettacolo rappresentante la provincia di Catania.

Catania, 2008 – Premio Regionale F.I.T.A. – Teatro Angelo Musco. Premio Miglior Attore Caratterista Maurizio Panasiti (“Italo” in Attori e Malfattori di E. Mangano e R. Torrisi)

La locandina

Il servizio televisivo del debutto (2005)


Fotogallery

Rassegna Stampa


Leave a Reply